L’edificio è stato realizzato in una zona di recente espansione nel contesto tipico delle aree di lottizzazione, caratterizzata da residenze in prevalenza isolate. L’area di intervento presenta tuttavia condizioni particolari, attestandosi sul margine dell’insediamento e prospettando sul territorio della Valle del Serchio immediatamente a monte del nucleo urbano di Castelnuovo di Garfagnana. Il sito ha reso dunque la possibilità di stabilire relazioni funzionali e visuali articolate, riferite da un lato al contesto urbano, dall’altro al panorama apuano e l’abitato del capoluogo. La residenza, realizzata con tecnologie idonee ad ottenere una alta performance energetica, è disposta su due livelli organizzati su un volume principale con copertura in legno aggettante sui fronti ed estesa per coprire due logge mediante appoggio delle orditure strutturali su pilastri tubolari in acciaio, mentre un corpo minore, con copertura utilizzata come solarium, accoglie gli spazi accessori. L’impianto geometrico dell’edificio è definito dal volume principale, a pianta quadrata; in elevato, è ridefinito da volumi minori disposti sui fronti, con forme e dimensioni che si pongono come aggregazioni minori sottoposte all’elemento unificante costituito dalla copertura; fra questi, un ruolo particolare è stato attributo al corpo aggettante della camera principale dell’abitazione, che si espone con una apertura vetrata a tutta parete verso il panorama montano e le aree agricole prospicienti.

Premio Architettura Toscana

2018 © Tutti i diritti riservati. Fondazione Architetti Firenze, Via Valfonda 1/a, 50123 Firenze

Cod.Fisc./P Iva 06309990486 | Privacy Policy | Cookie Policy | Sviluppato da Shambix