Contattaci

Avete delle domande da sottoporci? Scriveteci o consultate la FAQ qui sotto.


FAQ

Di seguito le risposte ai quesiti ricevuti entro il 24 marzo 2017.

Q: Quali caratteristiche deve possedere la realizzazione per poter essere candidabile alla sezione 'opera prima'? Ad esempio. Deve trattarsi del primo progetto realizzato, o del primo progetto in assoluto. Esistono dei limiti di età dei progettisti?

Opera prima si intende opera significativa realizzata da un architetto che non abbia compiuto i 40 anni al momento della consegna degli elaborati.

Q: Per le immagini e gli elaborati grafici, per 'dimensione massima di 5 MB', si intende la dimensione massima di ogni singolo file o dei 10 file nel loro complesso?

5 MB ogni singolo file. 50 MB per tutti e 10 file.

Q: Volevo sapere se è possibile partecipare in qualche sezione del premio anche con progetti non ancora realizzati. Noi abbiamo sviluppato un progetto sulla riqualificazione urbana del centro storico di Pisa che è risultato vincitore di vari concorsi tra cui il Premio IQU 2016, si allega una pubblicazione. Tra i titolari della progettazione vi è un architetto.

Come recita l’art. 2 del bando “le opere devono essere realizzate ed ultimate da non oltre 5 anni dalla data della pubblicazione del relativo bando”.

Q: Relativamente al formato richiesto per le immagini di 2.480 x 3.500 pixel, vorremmo sapere se le immagino possono essere sia verticali che orizzontali oppure se il lato di 2.480 pixel deve essere obbligatoriamente quello corto orizzontale.

Le immagini possono essere sia verticali che orizzontali, l’importante è rispettare il formato e le dimensioni indicate nel bando (art. 10).

Q: In qualità di progettista e direttore dei lavori di un opera pubblica, oggetto di un unico appalto e costituita da più parti, palazzina, opere esterne, tribune, locali a diversa destinazione e complessivamente costituenti un unico impianto pubblico sportivo, i cui lavori complessivi sono terminati nel marzo 2013 attestati da un Verbale di Ultimazione conclusivo dei lavori, vorrei sapere se si può prendere a riferimento tale data per l’ultimazione dell’opera (ossia marzo 2013) o se diversamente si deve far riferimento alle date dei verbali parziali delle singole porzioni.

Fa fede il completamento dell’ultimo stralcio. Come da art. 2 le opere devono essere ultimate da non oltre 5 anni alla data della pubblicazione del relativo bando.

Q: Cosa significa 'modello colore RGB'?

È stato indicato il modello di colore RGB (acronimo per Red, Green e Blue) per le immagini e per gli elaborati perché sono destinati per il web.

Q: Ho progettato un bar/sala da tè a luglio del 2011, la zona bar è stata realizzata nell’estate del 2011, mentre la sala da tè è stata realizzata a fine 2016, posso partecipare al concorso con l’intero progetto?

Come indicato nel bando art. 2 le opere devono essere realizzate all’interno del territorio Toscano ed ultimate da non oltre 5 anni dalla pubblicazione del bando (13 febbraio 2017).

Q: a. I 10 elaborati grafici sono da considerarsi come 10 jpg raffiguranti ciascuno un singolo disegno (una pianta o un prospetto o…) o come 10 singole tavole con diversi disegni montati e, se sì, quale formato adottare? b. Come avviene la procedura per partecipare con lo stesso progetto a due diverse categorie?

a. Gli elaborati grafici possono essere composti. Per quanto riguarda il formato digitale si rimanda all’art. 10 del bando. b. Con lo stesso progetto 2 iscrizioni separate.

Q: Vorrei avere un chiarimento in merito al format e ai pixel in quanto quelli indicati corrispondono ad un formato A4 di alta qualità. Si può inviare anche fuori formato con una risoluzione media di dpi?

Il formato deve essere quello indicato nell’art. 10 del bando. Il numero dei dpi è indifferente. L’importante che si rispettino i pixel dell’immagine (2.480 x 3.500 px per le immagini a sviluppo verticale, 3.500 x 2.480 px per le immagini a sviluppo orizzontale).

Q: a. La categoria ‘Opera prima’ risponde a delle specifiche particolari o è semplicemente la vincitrice su tutte le categorie? b. Nel caso in cui un committente di un’opera privata, per motivi di privacy e sicurezza personale, non voglia far apparire il suo nome, possiamo comunque presentare la candidatura omettendo il suo nome e l’ubicazione precisa dell’opera?

a. La categoria ‘Opera prima’ si intende un’opera significativa realizzata da un architetto che non abbia compiuto i 40 anni al momento della consegna degli elaborati. b. La committenza può essere omessa. L’indirizzo dell’ubicazione va obbligatoriamente fornita.

Q: Quale premio è stato previsto per i vincitori delle categorie previste?

Il premio in denaro è previsto solo per la categoria opera prima, per le altre categorie è prevista una targa.

Q: Nello specifico caso il progetto dell’opera realizzata, opera pubblica, approvato nel 2006 è stato firmato dal sottoscritto e da un collega deceduto nel 2008. Io poi ne ho diretto i lavori, iniziati nel 2008 successivamente alla scomparsa del collega, e firmato tutte le varianti ed atti vari sino alla sua conclusione nel 2013 in qualità di Direttore Generale Unico dei Lavori. Ai fini dell’iscrizione e delle richieste autorizzazioni per la privacy sono a chiedere se si ritiene sufficiente l’iscrizione del sottoscritto con la personale autorizzazione o se diversamente occorra procedere diversamente con riferimento al collega scomparso nel 2008 cofirmatario del progetto. Lo stesso dicasi per tutti gli altri professionisti che in qualità di progettisti di impianti e strutture hanno partecipato al progetto ed alla sua realizzazione. Il committente, pubblico, è stato già avvistato di questa opportunità ed è d’accordo.

È responsabilità dei candidati citare correttamente tutti gli autori del progetto.

Q: La relazione sintetica di 1.500 caratteri si intende spazi inclusi o esclusi? Ci sono specifiche per quanto riguarda l’impaginazione degli gli elaborati grafici? Ad esempio. Può comparire il logo dello studio ma deve comparire il logo del concorso? C’è un orientamento preferito? Deve essere inserita la categoria per la quale si concorre? In ultimo, vorrei domandare se l’upload può essere effettuato in più riprese o deve essere caricato tutto in un'unica sessione?

La relazione sintetica di 1.500 caratteri si intende spazi inclusi. Nell’impaginazione degli gli elaborati grafici non deve comparire il logo dello studio né il logo del concorso, la categoria per la quale si concorre sarà indicata nel modulo di partecipazione. L’upload deve essere eseguito in un'unica sessione.

Q: a. Le foto, di dimensioni come da voi richieste, possono avere orientamento orizzontale, verticale o è indifferente? b. Nelle foto possono essere inserite didascalie?c. Ogni immagine (tavola) può essere composta in più immagini? d. La relazione deve avere massimo 1.500 caratteri intesi come parole o come singole lettere?

a. Le immagini possono essere sia verticali che orizzontali l’importante è rispettare il formato e le dimensioni indicate nel bando (art. 10). b. No. c. No per le immagini. Sì per gli elaborati elaborati grafici. d. Carattere=lettera, max 1.500 spazi inclusi.

Q: Dove posso trovare la modulistica e il modulo della privacy da allegare alla domanda?

Non c’è un modulo. In fondo al modulo di iscrizione online troverà tutte i campi e le informazioni riguardanti le questioni legate alla privacy.

Q: Il progetto con il quale vorremmo partecipare al concorso è stato predisposto da tre differenti studi che hanno partecipato formando una associazione temporanea di impresa. a. La voce ‘progettista/studio’ come va compilata? Con il nome di tutti i progettisti, il nome dei diversi studi o solo del capogruppo? Sarebbe nostra intenzione dare visibilità a tutti i partecipanti al progetto, nel caso vada indicato solo il capogruppo, è possibile inserire il nome di tutti nella descrizione? b. Nella sezione ‘dati del partecipante’ deve essere inserito il nome del capogruppo o di chi presenta il progetto (architetto comunque facente parte del raggruppamento)? c. Sempre nella stessa voce cosa si intende per ‘denominazione’?

a. Se il progetto ha più autori devono essere tutti citati, così come i ruoli dei progettisti. b. Deve essere inserito il nome di chi presenta il progetto. c. Per ‘denominazione’ si intende il nome dello studio, dell’impresa o della committenza del partecipante.

Q: Nella categoria dell’opera di nuova costruzione, rientra anche un’opera demolita e ricostruita?

Sì.

Q: a. Al punto 2 del bando si specifica come ‘in caso di gruppo è richiesto che il titolare della progettazione sia un architetto’. Mi chiedevo che cosa si intendesse per ‘titolare’, è inteso come titolare del titolo abilitativo? Oppure come titolare della ‘proprietà intellettuale dell’opera’? o altro? b. Le tavole devono contenere un cartiglio in particolare ed eventualmente devono essere riportati i nominativi dello studio oppure devono essere in forma anonima? c. In caso di opere di restauro e recupero possono essere inserite all’interno delle tavole foto relative allo stato attuale dei luoghi prima dell’intervento? d. Come condizione alla presentazione degli elaborati grafici ho visto che vengono richiesti solo i pixel, è quindi decisione del progettista l’eventuale formato e risoluzione degli elaborati?

a. Si intende titolare della proprietà intellettuale dell’opera; b. Gli elaborati grafici devono essere anonimi; c. Le immagini sono a libera scelta del concorrente; d. Vedi art.10 del bando.

Q: Vi scrivo in quanto non so a quale categoria inscrivere il mio lavoro. Infatti si tratta di una ristrutturazione che ha visto la creazione nello stesso ambito, dei seguenti elementi: ristrutturazione e modifica parziale di una piscina esistente, della creazione di una vasca idromassaggio, di una cucina-open bar e di una spa.

Un’opera potrà essere inserita in più categorie nel caso in cui il partecipante lo ritenga opportuno.

Premio Architettura Toscana

2017 ©Fondazione Architetti Firenze. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da Shambix.